Cancellato l’obbligo della parity rate

News

Finalmente liberi dal vincolo della parità tariffaria con Booking.com & Co.


Svolta epocale. E’ di oggi la notizia passata da agenzie di stampa e quotidiani online sull’abolizione della clausola della “parity rate”, che fino a questo momento, impediva alle strutture di applicare prezzi più bassi sul proprio sito web, rispetto a quelli proposti sulle O.L.T.A. (online travel agency).

5706485_orig

Le pressioni esercitate dalle associazioni di categoria (federalberghi in primis) hanno portato all’attenzione degli organi parlamentari e dei ministeri preposti, i problemi legati all’obbligo della parità tariffaria, che oggi, viene definitivamente pensionata grazie all’approvazione del Ddl  “concorrenza”.

Nelle note diffuse da varie testate giornalistiche e agenzie di stampa online si legge:
“Da ora sarà nullo ogni patto con il quale l’impresa turistico-ricettiva si obbliga a non praticare alla clientela finale, con qualsiasi modalità e qualsiasi strumento, prezzi, termini e ogni altra condizione che siano migliorativi rispetto a quelli praticati dalla stessa impresa per il tramite di soggetti terzi”

L’emendamento inoltre si applica a tutti gli intermediari. Non solo alle agenzie di prenotazione online.

Conclusioni
magic moment 🙂 !!!!!

Menu